Come fare Trading CFD su Azioni

È interessante vedere subito come funzionano i CFD (Contract for Difference) e lo facciamo riportandovi un esempio di trading sui CFD.

Riportiamo il caso di Trading CFD su azioni, in specifico Cannabis. Nel momento dell’investimento l’azione aveva un prezzo di vendita del valore di 37,59 euro e un prezzo di acquisto del valore di 37,60 euro.

Con i CFD si ha l’opportunità di decidere se comprare oppure vendere l’azione. Noi, avendo presupposto che il prezzo delle azioni sarebbe salito, decidemmo di comprare 2.000 CFD azionari a 37,60 euro.

Inoltre con il Trading CFD si ha il vantaggio di poter utilizzare la Leva Finanziaria, che grazie alla quale non è necessario investire l’intero valore delle azioni. Qui entra in gioco il margine, che appunto è la somma che serve per aprire la posizione e si calcola con la differenza tra il valore stesso del trade e i soldi che vengono dati in prestito dal broker.

Dunque cosa succede effettivamente con il margine? Lo vediamo subito, allora se le azioni Cannabis avessero un fattore di margine del 5%, noi dovremmo calcolare i 2.000 CFD acquistati e moltiplicarli per 37,60 euro e il risultato sarebbe stato 75.200 euro.

Una volta aperto il trade si può decidere di chiuderlo in qualunque momento, ma noi decidemmo di chiuderla soltanto quando avrebbe raggiunto i 39,60 euro, dove il prezzo di acquisto era di 39,61 euro e il prezzo di vendita era di 39,60 euro.

In conclusione noi decidemmo di chiudere la posizione vendendo i 2.000 CFD al prezzo di 39,60 euro.

Quanto abbiamo guadagnato da questa operazione? Per calcolarla prendiamo prima di tutto in considerazione la differenza tra il prezzo di apertura e il prezzo di chiusura e il risultato moltiplicarlo per il nostro acquisto iniziale.

Quindi nel nostro caso abbiamo calcolato il prezzo di apertura, ovvero i 37,60 meno il prezzo di vendita, ovvero i 39,60 il risultato è stato di 2,00 euro che poi abbiamo moltiplicato per i 2.000 CFD. Così abbiamo guadagnato 4.000 euro. Possiamo dire che è stata un’operazione che ci ha dato delle soddisfazioni con un buon margine di guadagno.

I CFD, ovvero i Contratti per Differenza sono strumenti finanziari che ci permettono di negoziare online che danno il grandissimo vantaggio di poter guadagnare dalle differenza di prezzo di un’operazione. Dunque come abbiamo visto nell’esempio precedente si può fare Trading CFD sulla Cannabis (Leggi la Guida sul trading CFD sulla Cannabis di Tradingmania.it) e ottenere dei guadagni in base alle variazioni del titolo Cannabis quotato in Borsa.

Il trader ha il compito di prevedere l’andamento del titolo sui mercati finanziari e naturalmente si trae profitto solo in caso di esito positivo.

Questo metodo di fare trading ha aperto le porte a ogni genere di investitore perché non è necessario disporre di un grande capitale e inoltre basta avere un device con connessione internet. Questo ha reso tutto più semplice e fruibile.

Infatti in molti si sono avvicinati al Trading CFD visti i suoi tanti vantaggi.
Prima di tutto, come abbiamo già accennato precedentemente, da l’opportunità di poter investire anche con pochi soldi in confronto a come si investiva prima della diffusione del Trading online.

Poi, sempre a differenza dell’investimento tradizionale, è molto pratico e veloce.
Infine si può dire che è anche molto comodo perché permette di fare trading da qualsiasi dispositivo che può essere il computer di casa, il tablet e lo smartphone.

Basta un click per avviare un trade e lo stesso vale per la chiusura di esse.
In pochi minuti ci si ritrova a fare parte di questo mondo che ti da l’occasione di ottenere dei profitti sia dalle quotazioni in rialzo che in ribasso, quindi si ha una doppia opportunità scegliendo di aprire posizioni Long (acquisto) oppure posizioni Short (vendita).